Il progetto di medicina preventiva nasce dal servizio volontario di un gruppo di giovani medici ed altri operatori sanitari che, supportati da Attendiamoci, offrono un servizio di divulgazione medico-scientifica intervenendo sulle “frontiere” esistenziali. Da qui il nome Medici di Frontiera: la frontiera è intesa non come linea di confine, ma come dimensione temporale di una persona che transita da una condizione ad un’altra (neonato-bambino; bambino-adolescente; adolescente-giovane; giovane-adulto e via discorrendo).

Gli obiettivi principali del progetto sono:

  1. debellare abitudini di vita non sana;
  2. stimolare la consapevolezza dei rischi e delle responsabilità che conseguono alle diverse dipendenze;
  3. formare futuri medici, paramedici e operatori sanitari, integrando alle attività curriculari (o precedenti all’iscrizione) la maturazione di una sensibilità etica attenta al mondo giovanile ed alla prevenzione dei disagi e, più in generale, alle situazioni di frontiera cronologica alle quali corrispondono frontiere esistenziali.

I volontari Medici di Frontiera sono medici e paramedici, psicologi, odontoiatri, nutrizionisti, tecnici di radiologia: tutte figure di aiuto e supporto nel settore.

Negli anni si sono svolti e si continua a svolgere diversi incontri informativi sui temi di Salute dentale, Ansia, Problemi epatici legati all’alcol, Disturbi alimentari e Dipendenza da fumo e da sostanze stupefacenti.

Il gruppo propone diverse attività, tra le principali:

  • ciclo di conferenze negli istituti superiori di Reggio Calabria (es. controlli diagnostici e prevenzione; rischi e controindicazioni legati al fumo, alcol, droghe, piercing, tatuaggi, interventi di chirurgia estetica, contraccettivi, ludopatia, erronea alimentazione; ecc.);
  • lezioni teoriche e dimostrative di primo soccorso anche a Pavia e nelle sedi nazionali Associative;
  • creazione di desk informativi;
  • attività previe all’ingresso in facoltà di medicina e di professioni sanitarie (ad esempio offrendo consigli utili per superare il test di medicina).

L’impegno dei Medici di Frontiera si sviluppa, dunque, in diversi settori, in diversi ambienti e con diverse modalità, ma rende evidente quanto, nel degrado della società, sia importante indicare ai giovani il percorso giusto da seguire, affiancandoli, iniziando proprio dalla salute fisica e mentale.

L’attività divulgativa si avvale del periodico “Medici di frontiera: indicazioni intelligenti per una vita sana” un semestrale autoprodotto in Associazione e in distribuzione gratuita a Reggio Calabria, Roma, Pavia e Milano; oltre che dei canali social di Attendiamoci, dove vengono periodicamente pubblicate delle “Pillole”.

Attraverso la rubrica “Pillole” i Medici di Frontiera di Attendiamoci offriranno indicazioni utili per condurre una vita sana. Puoi guardare tutte le Pillole 👇

dott.ssa Fabiola Branca
Fisiatra

Indicazioni utili per preservare il nostro benessere fisico e psichico e affrontare al meglio le nostre giornate in quarantena.

dott.ssa Nuccia Cotroneo
Farmacista

Indicazioni utili per proteggersi efficacemente dal rischio di contagio da coronavirus.

dott. Giuseppe Romeo
Odontoiatra

Indicazioni utili per una corretta igiene orale quotidiana.

Koosha Moosavi
Studente di Medicina e Chirurgia

Indicazioni utili per la prevenzione del tumore al seno.

Kia Moosavi
Studente di Medicina e Chirurgia

Indicazioni utili per la prevenzione del tumore della cervice uterina

Anna Bagnato
Medico Specializzando in Pediatria

Indicazioni utili per l’allattamento al seno

 
Giulia Occhiuto
Medico Specializzando in Ortodonzia

Indicazioni utili per la prevenzione e la cura delle alterazioni del complesso dento-facciale

Carlo Guarna
Medico di continuità assistenziale

Indicazioni utili per continuare ad usare la mascherina e mantenere le distanze sociali