Attendiamoci Onlus

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Attendiamoci Onlus
 
 
 
 

 Attendiamoci Onlus

Villaggio dei Giovani - Bet Midrash Stampa E-mail
Martedì 14 Aprile 2009 01:00
Indice
Villaggio dei Giovani - Bet Midrash
Attività
Grazie a...
Dove siamo
Tutte le pagine

Dinamica formativa

La dinamica formativa dell’Associazione Attendiamoci è quella della "Long Life Learning" sintetizzabile in 5 tappe:

  • 14?18 anni: il tempo del sogno e la forza dei carismi (conoscersi);
  • 18?24 anni: la professionalizzazione del sogno (scegliere ed impegnarsi);
  • 24?27 anni: il sogno che diventa impresa (scommettere e fare);
  • 28?35 anni: il cammino che diventa condivisione (condividere e servire);
  • da 36 anni in su: un cammino che è vita felice (servire e lodare).

Villaggio dei Giovani

 

Strategia formativa

La strategia con cui si attua la dinamica formativa prevede 4 tappe, che si snodano dal primo incontro fino alla "vita comunionale".

Ad ogni tappa corrisponde uno dei nostri strumenti:

  • La strada e l’incontro ? I giovani vengono incontrati nei luoghi della loro quotidianità (strada, scuola, università).
  • La casa e le relazioni significative ? Dalla strada, alla proposta delle diverse attività che si svolgono alla Casa dei Giovani “G. Condello”, per favorire le relazioni significative, dando così spessore all’incontro.
  • Il villaggio e l’esperienza comunitaria ? Dalla casa, al Villaggio dei Giovani, per vivere un tempo prolungato per una scuola dell’amicizia.
  • La bet e l’esperienza “comunionale” ? Dal Villaggio alla Bet Midrash (Casa dell’istruzione), per esercitare la vita in comunione, alla ricerca della sapienza, mediante il modello educativo discepolo?maestro.

Bet Midrash

 

Il Villaggio dei Giovani e la Bet Midrash

Il Villaggio dei Giovani nasce in un bene confiscato alla mafia, situato in via Gebbione al Mare, Contrada Ragaglioti (sotto stazione OMECA ? RC) e consegnato all’associazione Attendiamoci. È costituito da due ville, due padiglioni e una corte che, grazie a manodopera volontaria e alla gratuità di imprese locali che condividono il sogno dell’Associazione, sono stati in parte ristrutturati per essere al servizio dei giovani del territorio, secondo il progetto educativo di Attendiamoci.

In queste strutture, la strategia formativa principe è la residenzialità, per la crescita nella dimensione comunitaria e “comunionale”. Sono i luoghi, quindi, in cui raggiungere le ultime tappe della strategia formativa di Attendiamoci. Difatti, le relazioni significative, instaurate alla Casa dei Giovani, vanno alimentate e irrobustite attraverso esperienze pregnanti di vita comunitaria: il Villaggio dei Giovani è, dunque, il luogo in cui sperimentare la forza arricchente di una comunità educante attraverso la residenzialità, mediante esperienze formative su varie tematiche finalizzate alla formazione olistica della persona.

La vita comunitaria e l’irrobustimento delle relazioni permettono di scendere ulteriormente in profondità, allargando gli orizzonti verso un’ulteriore proposta: la “vita comunionale”. Quindi, alla Bet Midrash, dependance del Villaggio, è possibile prendersi cura del miglioramento globale della persona mediante il modello educativo discepolo?maestro, finalizzato alla ricerca della sapienza.